Il Consorzio Agrobiologico Agribosco

Il Consorzio AgroBiologico Agribosco conta oltre 130 soci – di cui oltre 60 Umbri – tutte aziende agricole condotte secondo i metodi dell’agricoltura biologica che coltivano complessivamente oltre 7000 ha di terreno – di cui circa 3000 in Umbria. Le regioni interessate dalle coltivazioni sono Umbria, Marche, Lazio, Toscana, Molise e Puglia, in zone perfettamente vocate alle differenti colture oggetto della nostra attività.

Ogni socio del Consorzio Agribosco è seguito puntualmente da un equipe di tecnici agronomi che lo coadiuva nella sua attività. Inoltre, questi definiscono il Piano Colturale Annuale, un documento nel quale viene formalizzata la domanda complessiva del mercato per le diverse coltivazioni e viene quindi ripartito l’ammontare totale delle produzioni richieste tra tutti i soci del consorzio. La ripartizione è definita sulla base di numerosi criteri di scelta, ognuno dei quali orientato all’ottenimento dei migliori risultati qualitativi.

I soci del Consorzio Agribosco si impegnano a coltivare le sementi selezionate da Agribosco nell’ambito del progetto Sementi Antiche, a lavorare in accordo ad uno stretto Disciplinare di Produzione e a rendersi in ogni momento disponibili a visite ispettive da parte dei tecnici di Agribosco o di terze società di controllo. Tutti vincoli necessari a garantire al consumatore la qualità che promettiamo in etichetta!

Il Disciplinare di Produzione, costruito pazientemente in anni di esperienze sul campo, non è solo un elenco di obblighi che gravano sul socio coltivatore, ma anche e soprattutto un preciso modo di intendere l’agricoltura, l’ambiente e il giusto spirito di relazione con la natura. L’agricoltore infatti svolge tra le sue attività anche la tutela del territorio, lo custodisce ripulendo canali di scolo delle acque, tenendo in ordine le strade di campagna, tenendo in salute i boschi che circondano i suoi campi e molto altro ancora. Tutto questo aiuta a prevenire gli effetti negativi di impreviste calamità naturali.